GENEALOGIA DI GESÙ CRISTO

Nel primo capitolo di Matteo troviamo la genealogia di Gesù da Abraamo in poi. In Luca capitolo 3 la genealogia risale fino ad “Adamo, figlio di Dio”. Quella di Gesù è l’unica genealogia riportata nelle Scritture Greche Cristiane. Parte della sua genealogia, da Adamo attraverso Salomone e Zorobabele, compare in 1 Cronache capitoli da 1 a 3. I libri di Genesi e Rut insieme forniscono la discendenza da Adamo a Davide.

Questi ultimi tre elenchi (Genesi/Rut, 1 Cronache e Luca) concordano pienamente da Adamo ad Arpacsad, con piccole differenze in certi nomi, come Chenan che è “Cainan” in Luca 3:37. La genealogia di Cronache concorda con quella di Genesi/Rut fino a Davide, mentre Luca inserisce un altro “Cainan” fra Arpacsad e Sela. — Lu 3:35, 36.

Da Salomone a Zorobabele, Cronache e Matteo sono generalmente d’accordo, anche se quest’ultimo omette alcuni nomi. Di queste differenze e di quelle dell’elenco da Davide a Gesù in Luca parleremo più avanti.

Alla voce GENEALOGIA è stato spiegato che oltre a molte registrazioni private di proprietà delle famiglie, gli ebrei tenevano registrazioni genealogiche pubbliche che i cronisti, come Esdra, potevano consultare per compilare i loro elenchi; e inoltre che i pubblici registri esistevano ancora nel I secolo, evidentemente fino al 70 E.V. La questione della discendenza del Messia da Abraamo, e attraverso Davide, era per loro di primaria importanza. Perciò possiamo essere certi che sia Matteo che Luca consultarono queste tavole genealogiche.

Attendibilità delle genealogie dei Vangeli. Uno dei problemi posti è perché Matteo ometta alcuni nomi riportati negli elenchi di altri cronisti. Prima di tutto, per provare la propria discendenza non era necessario menzionare per nome ogni anello di congiunzione. Per esempio Esdra, nel provare la propria discendenza sacerdotale, in Esdra 7:1-5, omise diversi nomi riportati nell’elenco della discendenza sacerdotale in 1 Cronache 6:1-15. Ovviamente non era necessario che menzionasse tutti i suoi antenati per convincere gli ebrei della sua discendenza sacerdotale. Lo stesso vale per Matteo: egli senza dubbio consultò il registro ufficiale e copiò da esso, se non ogni nome, almeno quelli necessari a dimostrare la discendenza di Gesù da Abraamo e Davide. Aveva accesso anche alle Scritture Ebraiche, che consultò insieme alle registrazioni ufficiali. — Cfr. Ru 4:12, 18-22 e Mt 1:3-6.

Gli elenchi di Matteo e di Luca contenevano nomi pubblicamente riconosciuti autentici dagli ebrei dell’epoca. Sia gli scribi e i farisei che i sadducei erano acerrimi nemici del cristianesimo, e sarebbero ricorsi a qualsiasi argomento possibile per screditare Gesù, ma va notato che non misero mai in dubbio queste genealogie. Se la genealogia di Gesù in Matteo o in Luca fosse stata errata, sarebbe stato facile per quegli oppositori dimostrarlo dato che fino al 70 E.V. essi avevano libero accesso alle registrazioni genealogiche pubbliche e alle Scritture.

Lo stesso vale per i pagani del I secolo nemici del cristianesimo, molti dei quali, come gli ebrei, erano uomini dotti che non avrebbero esitato ad addurre qualsiasi prova che gli elenchi di Matteo e di Luca non erano autentici e si contraddicevano. Ma non si ha notizia che i primi nemici pagani abbiano attaccato i cristiani su questo punto.

Inoltre sia Matteo che Luca raggiunsero il loro obiettivo, e questo era tutto ciò che occorreva. Per dimostrare che Gesù era discendente di Abraamo e di Davide non era necessario compilare una nuova genealogia. Non dovettero far altro che copiare le tavole genealogiche pubbliche, che la nazione accettava pienamente, relative alla discendenza di Davide e del sacerdozio e a qualsiasi altro aspetto per cui fosse richiesto di dimostrare la propria discendenza. (Vedi Lu 1:5; 2:3-5; Ro 11:1). Anche se in queste tavole c’era qualche omissione, ciò non sminuiva quanto gli scrittori evangelici si prefiggevano di fare e fecero, cioè presentare la prova, legalmente e pubblicamente riconosciuta, della discendenza di Gesù il Messia.

Problemi nella genealogia di Matteo. Matteo divide la genealogia da Abraamo a Gesù in tre parti di 14 generazioni ciascuna. (Mt 1:17) Questa divisione può essere stata fatta come ausilio mnemonico. Tuttavia nel contare i nomi si riscontra che sono 41 e non 42. Un’ipotesi sul modo di contarli è la seguente: da Abraamo a Davide, ci sono 14 nomi; poi si inizia il secondo gruppo di 14 nomi da Davide per finire con Giosia; infine si inizia la terza serie di 14 nomi con Ieconia (Ioiachin) terminando con Gesù. Si noti che Matteo ripete il nome di Davide alla fine dei primi 14 nomi e all’inizio dei successivi 14. Poi ripete l’espressione “deportazione in Babilonia” collegandola con Giosia e i suoi figli. — Mt 1:17.

Come si è già detto, Matteo può aver copiato esattamente la sua genealogia dal registro ufficiale da lui consultato, oppure può di proposito avere omesso alcuni nomi perché fosse più facile ricordarla. Comunque è stata avanzata l’ipotesi che l’omissione dei tre re della discendenza di Davide fra Ieoram e Uzzia (Azaria) sia dovuta al fatto che Ieoram aveva sposato la malvagia Atalia della casa di Acab, figlia di Izebel, introducendo così quel ramo condannato da Dio nella discendenza dei re di Giuda. (1Re 21:20-26; 2Re 8:25-27) Matteo menziona Ieoram, che si era imparentato con quei malvagi, ma omette i nomi dei successivi tre re fino alla quarta generazione, cioè Acazia, Ioas e Amazia, frutto di tale unione. — Cfr. Mt 1:8 con 1Cr 3:10-12.

Matteo indica che Zorobabele è figlio di Sealtiel (Mt 1:12), e questo coincide con altri versetti biblici. (Esd 3:2; Ne 12:1; Ag 1:14; Lu 3:27) Tuttavia in 1 Cronache 3:19 Zorobabele è definito figlio di Pedaia. Evidentemente Zorobabele era in effetti figlio di Pedaia ma legalmente era figlio di Sealtiel a motivo del matrimonio del cognato; oppure dopo la morte di suo padre Pedaia, Zorobabele fu allevato da Sealtiel come un figlio ed era perciò legalmente riconosciuto come figlio di Sealtiel.

Un problema nella genealogia di Luca. Manoscritti del Vangelo di Luca inseriscono un secondo “Cainan” fra Arpacsad (Arfacsad) e Sela. (Lu 3:35, 36; cfr. Ge 10:24; 11:12; 1Cr 1:18, 24). Quasi tutti gli studiosi ritengono che si tratti di un errore di copiatura. “Cainan” non si trova in questa posizione negli elenchi genealogici dei testi ebraici o samaritani delle Scritture Ebraiche, né in alcuno dei Targumim o versioni tranne la Settanta greca. E sembra che non ci fosse neanche nelle copie più antiche della Settanta, perché Giuseppe Flavio, che di solito segue la Settanta, elenca subito dopo Sela figlio di Arfacsad (Arpacsad). (Antichità giudaiche, I, 146 [vi, 4]) Scrittori cristiani dei primi secoli quali Ireneo, Giulio Africano, Eusebio e Girolamo escludono il secondo “Cainan” dal testo del Vangelo di Luca considerandolo un’interpolazione. — Vedi CAINAN n. 2.

Perché la genealogia di Gesù Cristo riportata da Matteo differisce da quella di Luca?

La differenza che si riscontra in quasi tutti i nomi della genealogia di Luca in paragone con quella di Matteo è semplicemente dovuta al fatto che Luca seguì la discendenza di Davide dal figlio Natan, invece che da Salomone come fece Matteo. (Lu 3:31; Mt 1:6, 7) Luca evidentemente elenca gli antenati di Maria, indicando così la discendenza naturale di Gesù da Davide, mentre Matteo dimostra il diritto legale di Gesù al trono di Davide quale discendente di Salomone per mezzo di Giuseppe, che legalmente era il padre di Gesù. Sia Matteo che Luca sottolineano che Giuseppe non era l’effettivo padre di Gesù, ma solo il padre adottivo, che gli dava il diritto legale. Quando arriva a Gesù, Matteo si discosta dallo stile seguito in tutta la genealogia, dicendo: “Giacobbe generò Giuseppe, il marito di Maria, dalla quale nacque Gesù, che è chiamato Cristo”. (Mt 1:16) Notate che non dice che ‘Giuseppe generò Gesù’, ma che era “il marito di Maria, dalla quale nacque Gesù”. Luca è ancora più specifico quando, dopo avere spiegato che Gesù era effettivamente il Figlio di Dio nato da Maria (Lu 1:32-35), aggiunge: “Gesù . . . essendo figlio, come si credeva, di Giuseppe, figlio di Eli”. — Lu 3:23.

Dal momento che Gesù non era realmente figlio di Giuseppe, ma era il Figlio di Dio, la genealogia di Gesù compilata da Luca vuole dimostrare che, per nascita umana, egli era veramente figlio di Davide attraverso la sua madre naturale Maria. A proposito delle genealogie di Gesù riportate in Matteo e Luca, F. L. Godet scrive: “Lo studio minuzioso del testo ci porta in questo modo ad ammettere: 1. Che la tavola genealogica di Luca sia quella di Eli, nonno di Gesù; 2. Che, facendo discendere volutamente Gesù da Eli, in contrasto con l’attribuzione della sua paternità a Giuseppe, il documento che [Luca] ha preservato per noi non possa secondo lui essere altro che la genealogia di Gesù per mezzo di Maria. Ma perché Luca non menziona Maria, e perché passa immediatamente da Gesù al nonno? Anticamente non si ammetteva che la madre potesse costituire un anello di congiunzione. Presso i greci uno era figlio di suo padre, non di sua madre; e presso gli ebrei c’era il detto: ‘Genus matris non vocatur genus [“Il discendente della madre non è chiamato (suo) discendente”]’ (‘Baba bathra’, 110, a)”. — Commentary on Luke, 1981, p. 129.

Entrambe le genealogie (sia in Matteo che in Luca) indicano la discendenza da Davide, per mezzo di Salomone e per mezzo di Natan. (Mt 1:6; Lu 3:31) Esaminando gli elenchi di Matteo e di Luca riscontriamo che, dopo essersi separate con Salomone e Natan, le due linee discendenti si ricongiungono con due personaggi: Sealtiel e Zorobabele. Questo si può spiegare come segue: Sealtiel era figlio di Ieconia; forse sposando la figlia di Neri diventò suo genero, e perciò è chiamato “figlio di Neri”. È anche possibile che Neri non abbia avuto figli, e che quindi Sealtiel fosse considerato suo “figlio” anche per questa ragione. Zorobabele, che in effetti era figlio di Pedaia, era legalmente riconosciuto come figlio di Sealtiel, come si è detto sopra. — Cfr. Mt 1:12; Lu 3:27; 1Cr 3:17-19.

Gli elenchi indicano poi che Zorobabele ebbe due figli, Resa e Abiud, e a questo punto le linee si separano di nuovo. (Questi potevano essere discendenti e non figli veri e propri, oppure almeno uno poteva essere suo genero. Cfr. 1Cr 3:19). (Lu 3:27; Mt 1:13) Sia la genealogia di Gesù di Matteo che quella di Luca si discostano qui da quella di 1 Cronache capitolo 3. Questo può essere dovuto al fatto che alcuni nomi furono di proposito omessi da Matteo e forse anche da Luca. Ma si dovrebbe tenere presente che molto probabilmente le differenze che si riscontrano negli elenchi genealogici di Matteo e Luca erano già presenti nei registri genealogici allora in uso e pienamente accettati dagli ebrei, e non si tratta quindi di cambiamenti fatti da Matteo e Luca.

Possiamo dunque concludere che i due elenchi di Matteo e di Luca uniscono le due verità, cioè (1) che Gesù era effettivamente Figlio di Dio, e l’erede naturale del Regno mediante la nascita miracolosa dalla vergine Maria, discendente di Davide, e (2) che Gesù era anche l’erede legale della discendenza maschile di Davide e Salomone per mezzo del padre adottivo Giuseppe. (Lu 1:32, 35; Ro 1:1-4) Se ci fu qualche accusa da parte di ebrei ostili che consideravano illegittima la nascita di Gesù, il fatto stesso che Giuseppe, a cui erano note le circostanze, sposò Maria dandole la protezione del suo buon nome e della sua discendenza reale, confuta questa calunnia.

[Prospetto alle pagine 1011 e 1012]

GENEALOGIA DI GESÙ

Genesi          1 Cronache        Matteo       Luca

e Rut           capp. 1, 2, 3     cap. 1       cap. 3

Adamo           Adamo                          Adamo

Set             Set                            Set

Enos            Enos                           Enos

Chenan          Chenan                         Cainan

Maalalel        Maalalel                       Maalaleel

Iared           Iared                          Iared

Enoc            Enoc                           Enoc

Metusela        Metusela                       Metusela

Lamec           Lamec                          Lamec

Noè             Noè                            Noè

Sem             Sem                            Sem

Arpacsad        Arpacsad                       Arpacsad

                                               Cainan

Sela            Sela                           Sela

Eber            Eber                           Eber

Peleg           Peleg                          Peleg

Reu             Reu                            Reu

Serug           Serug                          Serug

Nahor           Nahor                          Nahor

Tera            Tera                           Tera

Abramo          Abraamo           Abraamo      Abraamo

(Abraamo)

Isacco          Isacco            Isacco       Isacco

Giacobbe        Giacobbe          Giacobbe     Giacobbe

(Israele)

Giuda           Giuda             Giuda        Giuda

(e Tamar)                         (e Tamar)

Perez           Perez             Perez        Perez

Ezron           Ezron             Ezron        Ezron

Ram             Ram               Ram          Arni (Ram?)

Amminadab       Amminadab         Amminadab    Amminadab

Naasson         Naasson           Naasson      Naasson

Salmon          Salmon (Salma,    Salmon       Salmon

                 1Cr 2:11)         (e Raab)

Boaz            Boaz              Boaz         Boaz

(e Rut)                           (e Rut)

Obed            Obed              Obed         Obed

Iesse           Iesse             Iesse        Iesse

Davide          Davide            Davide (e    Davide

                                   Betsabea)

                Salomone          Salomone     Natan1

                Roboamo           Roboamo      Mattata

                Abia              Abia         Menna

                Asa               Asa          Melea

                Giosafat          Giosafat     Eliachim

                Ieoram            Ieoram       Ionam

                Acazia                         Giuseppe

                Ioas

                                               Giuda

                                               Simeone

                Amazia                         Levi

                Azaria (Uzzia)    Uzzia        Mattat

                                   (Azaria)

                Iotam             Iotam        Iorim

                Acaz              Acaz         Eliezer

                Ezechia           Ezechia      Gesù

                Manasse           Manasse      Er

                Amon              Amon         Elmadam

                Giosia            Giosia       Cosam

                Ioiachim                       Addi

                                               Melchi

                Ieconia           Ieconia      Neri

                 (Ioiachin)

                Sealtiel          Sealtiel     Sealtiel3

                 (Pedaia)2

                Zorobabele4      Zorobabele   Zorobabele

                                               Resa

                                  Abiud        Ioanan

                                               Ioda

                                  Eliachim     Iosec

                                               Semein

                                  Azor         Mattatia

                                               Maat

                                  Zadoc        Naggai

                                               Esli

                                  Achim        Naum

                                               Amos

                                  Eliud        Mattatia

                                               Giuseppe

                                  Eleazaro     Iannai

                                               Melchi

                                  Mattan       Levi

                                               Mattat

                                  Giacobbe     Eli (padre

                                                di Maria)

                                  Giuseppe     Giuseppe (genero

                                                di Eli)

                                  Gesù (figlio Gesù (figlio di

                                   adottivo)    Maria)

 1 Da Natan, Luca prosegue la genealogia di Gesù seguendo la linea materna, mentre Matteo continua seguendo quella paterna.

 2 Zorobabele era evidentemente figlio effettivo di Pedaia e legalmente di Sealtiel per il matrimonio del cognato; oppure fu allevato da Sealtiel dopo la morte di suo padre Pedaia e fu riconosciuto legalmente come figlio di Sealtiel. — 1Cr 3:17-19; Esd 3:2; Lu 3:27.

 3 Sealtiel figlio di Ieconia forse era genero di Neri. — 1Cr 3:17; Lu 3:27.

 4 Le due linee si congiungono con Sealtiel e Zorobabele, per poi divergere. La divergenza può dipendere dall’aver seguito due diversi discendenti di Zorobabele, oppure Resa, o Abiud, poteva essere suo genero.